Das Alpenpanorama mit Altötting im Vordergrund.
bellalloggio
bell_whitericerca albergo
logo_bookinglogo_hrslogo_hotel_de

Le CGC dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo di Altötting

Condizioni generali di contratto dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo di Altötting per la mediazione di servizi turistici

Le presenti CGC disciplinano esclusivamente la mediazione di alloggi (hotel, alberghi, pensioni, locazioni di stanze e di alloggi vacanze privati) ed altri servizi turistici da parte dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting, Kapellplatz 2a, 84503 Altötting, di seguito nominato ufficio turistico. Se l’ufficio turistico fornisce servizi turistici per eventi propri, essi sono disciplinati nelle condizioni di contratto dei servizi per eventi propri.

Anzitutto:
Ai sensi degli artt. 312 e segg. del BGB [Bürgerliches Gesetzbuch, C. C. tedesco] sussiste un diritto di revoca dei contratti sui servizi da noi forniti esclusivamente se tali contratti sono stati stipulati all’esterno dei locali commerciali (ad esempio presso il vostro domicilio), anche in tal caso solo se le relative trattative orali non sono state condotte su vostro precedente invito in qualità di consumatore.

Non siamo tenuti a partecipare a procedure di risoluzione delle controversie dinanzi ad un ufficio di conciliazione per consumatori e decideremo in merito nel singolo caso. A prescindere da ciò, ai sensi delle disposizioni giuridiche è obbligatorio indicare il link alla piattaforma della Commissione europea per la risoluzione online delle controversie: http://ec.europa.eu/consumers/odr/

I vostri dati raccolti vengono da noi utilizzati esclusivamente per la preparazione, lo svolgimento e la gestione del contratto sulla mediazione e la pubblicizzazione delle offerte relative ad eventi propri e trasmessi ai partner dei contratti mediati, ad es. albergatori, solo se necessario dal punto di vista contrattuale. Potete opporvi in qualsiasi momento al loro utilizzo per fini pubblicitari, è sufficiente una comunicazione ai recapiti indicati. Ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati RGPD, entrato in vigore il 25/02/2018, sussistono anche diritti di informazione, rettifica, cancellazione, limitazione del trattamento e della portabilità dei dati ai sensi dell’art. da 15 a 20, nonché il diritto di presentare ricorso presso un’autorità di controllo ai sensi dell’art. 77. Il nome del titolare ai sensi del RGPD è indicato nei recapiti. I dati vengono salvati per la durata del rapporto commerciale, tuttavia almeno fino alla scadenza degli obblighi legali di conservazione.

1. Mediazione di servizi di terzi/Mediazione di servizi associati

1.1 Nei propri cataloghi, prospetti, lettere di offerta e sul sito web, l’ufficio turistico presenta hotel ed altri servizi turistici di fornitori terzi, la cui prenotazione può avvenire tramite l’ufficio turistico in qualità di intermediario, oltre ai servizi relativi ad eventi propri (disciplinati nelle condizioni di contratto separate per eventi propri). Il perfezionamento e il contenuto dei contratti mediati dipendono esclusivamente dalle disposizioni legislative pertinenti ed, eventualmente, delle disposizioni incluse dalla relativa parte contraente.

L’ufficio turistico è esclusivamente responsabile della regolare mediazione, su esclusione di eventuali obblighi di informazione, non del servizio derivante dal contratto stesso, per le eccezioni confrontare il seguente punto 2.

1.2 Tuttavia, in caso di mediazione di servizi turistici associati, ai sensi dell’art. 651 w del BGB per l’ufficio turistico può insorgere un obbligo supplementare limitato (in casi particolari addirittura esteso) oppure simile alla responsabilità del partner del contratto mediato. In poche parole, si è in presenza di servizi turistici associati se, ai sensi dell’art. 651 a, comma 3 del BGB, vengono forniti in mediazione, contemporaneamente o immediatamente, vari contratti su vari tipi di servizio relativi allo stesso viaggio, che non è un viaggio tutto incluso. Per maggiori dettagli vedere l’art. 651 w del BGB e le disposizioni ivi accennate.

1.3 In caso di mediazione di servizi turistici associati, per legge siamo tenuti a consegnarvi il relativo modulo prima della stipulazione del contratto di mediazione. Poiché, ai sensi delle norme giuridiche ed a causa di una successiva mediazione tempestiva di uno o più servizi di un altro tipo, la mediazione di un singolo servizio può comportare l’applicazione non inizialmente prevedibile delle disposizioni sulla mediazione di servizi turistici associati, nella maggior parte dei casi riceverete tale modulo in via preventiva e non sarà quindi determinante.

2. Incasso dei servizi turistici di mediazione da parte dell’ufficio turistico

2.1 Nella maggior parte dei casi, il pagamento viene versato direttamente alla parte contraente del servizio di mediazione. Se l’incasso di servizi di mediazione avviene da parte dell’ufficio turistico, quest’ultimo vi è autorizzato dal partner del contratto principale.

2.2 Se viene fornito in mediazione un unico servizio (o, nel caso di servizi di mediazione contemporaneamente o tempestivamente, non si tratta di almeno due tipi diversi di servizio ai sensi dell’art. 651 a, comma 3 del BGB), la ricezione dei pagamenti da parte dell’ufficio turistico non è subordinata alla dimostrazione di una garanzia.

2.3 Se l’ufficio turistico fornisce tuttavia in mediazione servizi turistici associati ai sensi dell’art. 651 w del BGB (quindi, in poche parole, vari contratti contemporanei o tempestivi su vari tipi di servizio relativi allo stesso viaggio, che non è un viaggio tutto incluso, ai sensi dell’art. 651 a, comma 3 del BGB; per maggiori dettagli vedere l’art. 651 w del BGB e le disposizioni ivi menzionate), prima della ricezione di pagamenti è necessario che fornisca una garanzia ai sensi dell’art. 651 w, comma 3 del BGB, la quale assicuri la restituzione del vostro pagamento all’ufficio turistico in caso di un’insolvenza di quest’ultimo, se devono ancora essere corrisposti crediti pecuniari per omesso inoltro del pagamento relativo ai contratti di mediazione.

Poiché, ai sensi delle norme giuridiche ed a causa di una successiva tempestiva mediazione di uno o più servizi di un altro tipo, la mediazione di un singolo servizio può comportare l’applicazione non inizialmente prevedibile delle disposizioni sulla mediazione di servizi turistici associati, nella maggior parte dei casi riceverete tale garanzia (certificato di assicurazione ai sensi dell’art. 651 r, comma 4, frase uno del BGB) in via preventiva nell’ambito della vostra prenotazione, anche se non sarebbe necessaria.

2.4 Il pagamento del servizio di mediazione può avvenire, salvo altre norme del contratto di mediazione, sostanzialmente in contanti, mediante bonifico bancario o addebito. Né l’ufficio turistico, né la singola parte contraente sono tenuti ad accettare altri metodi di pagamento non in contanti (assegno, bancomat, carta di credito o simili) o valute straniere.

3. La nostra limitazione di responsabilità in qualità di intermediari

3.1 Se nella mediazione di servizi turistici associati si presenta un caso dell’art. 651 w, comma 4 del BGB, abbiamo responsabilità limitata al triplo del prezzo dei servizi turistici associati, se non sussiste un danno tale da compromettere vita, integrità fisica o salute e il danno non è stato provocato colposamente.

3.2 In caso contrario, quindi in particolare nella mediazione di singoli servizi o di servizi dello stesso tipo, ma anche in caso di servizi associati in assenza dei presupposti dell’art. 651 w, comma 4 del BGB, la responsabilità dell’ufficio turistico per mediazione viziata è limitata a 4.100 €, se non sussiste un danno tale da compromettere vita, integrità fisica o salute e il danno non è stato provocato intenzionalmente o per colpa grave.

4. Prescrizione

4.1 Eventuali rivendicazioni ai sensi dell’art. 651 w, comma 4 del BGB in caso di mediazione di servizi associati cadono in prescrizione entro due anni, ai sensi dell’art. 651 j del BGB. Tale termine di prescrizione inizia a decorrere dal giorno in cui dovrebbe terminare l’ultimo servizio di mediazione associato ai sensi del contratto.

4.2 Tutte le altre rivendicazioni derivanti dal contratto di mediazione cadono in prescrizione dopo un anno, se non riguardano un danno tale da compromettere vita, integrità fisica o salute e il danno non è stato provocato intenzionalmente o per colpa grave. Tale termine di prescrizione inizia a decorrere dalla fine dell’anno civile in cui l’ufficio turistico doveva fornire i servizi contrattuali.

5. Altro

A titolo integrativo si applicano le disposizioni giuridiche, in particolare l’art. 675 del BGB e, se pertinente, l’estratto delle norme sulla mediazione turistica negli artt. 651 a e segg. del BGB.

Organizzatore:
Ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting (titolare anche ai sensi delle norme sulla protezione dei dati)
Kapellplatz 2a, D-84503 Altötting
Tel. 0049 8671 5062-19
Telefax 0049 8671 5062-54
Indirizzo e-mail: touristinfo@altoetting.de
www.altoetting.de/tourismus

Condizioni di contratto per servizi relativi ad eventi propri dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo di Altötting

I servizi relativi ad eventi propri comprendono visite guidate della città, escursioni in giornata con servizi di navetta, pellegrinaggi guidati e il programma quotidiano “Pellegrinaggio ad Altötting”. Essi non comprendono alcun servizio di pernottamento, durano meno di 24 ore e il loro singolo prezzo non eccede 500 €, quindi non trovano alcuna applicazione gli artt. 651 a del BGB nella versione in vigore dal 01/07/2018, ma vige sostanzialmente il diritto dei contratti d’opera. Nelle seguenti condizioni di contratto vogliamo sottolineare e disciplinare alcuni punti importanti sulla base delle disposizioni giuridiche.

Anzitutto:

Ai sensi degli artt. 312 e segg. del BGB sussiste un diritto di revoca dei contratti sui servizi da noi forniti esclusivamente se tali contratti sono stati stipulati all’esterno dei locali commerciali (ad esempio presso il vostro domicilio), anche in tal caso solo se le relative trattative orali non sono state condotte su vostro precedente invito in qualità di consumatore.

Non siamo tenuti a partecipare a procedure di risoluzione delle controversie dinanzi ad un ufficio di conciliazione per consumatori e decideremo in merito nel singolo caso. A prescindere da ciò, ai sensi delle disposizioni giuridiche è obbligatorio indicare il link alla piattaforma della Commissione europea per la risoluzione online delle controversie: http://ec.europa.eu/consumers/odr/

I vostri dati raccolti vengono utilizzati esclusivamente per la preparazione, lo svolgimento e la gestione del contratto/del servizio clienti, compresa la pubblicizzazione delle nostre offerte. Potete opporvi in qualsiasi momento al loro utilizzo per fini pubblicitari, è sufficiente una comunicazione ai recapiti indicati. Ai sensi del regolamento generale sulla protezione dei dati RGPD, entrato in vigore il 25/02/2018, sussistono anche diritti di informazione, rettifica, cancellazione, limitazione del trattamento e della portabilità dei dati ai sensi dell’art. da 15 a 20, nonché il diritto di presentare ricorso presso un’autorità di controllo ai sensi dell’art. 77. Il nome del titolare ai sensi del RGPD è indicato nei recapiti. I dati vengono salvati per la durata del rapporto commerciale, tuttavia almeno fino alla scadenza degli obblighi legali di conservazione.

1. Stipulazione del contratto

Ai sensi delle norme giuridiche, un contratto si perfeziona soltanto nel momento in cui sono presenti dichiarazioni di volontà vincolanti da entrambe le parti (offerta ed accettazione congruente) nella forma concordata. La dichiarazione di accettazione deve inoltre avvenire puntualmente. Giuridicamente, il capitolato di fornitura non è ancora un’offerta sulla stipulazione di un contratto, ma precede le dichiarazioni di volontà. Nella redazione dell’offerta i ruoli possono variare, tipicamente il potenziale contatto da parte del cliente in forma libera rappresenta l’offerta di stipulazione di un contratto al quale il cliente è vincolato fino alla ricezione dell’accettazione congruente (conferma di prenotazione) in forma testuale entro massimo 14 giorni dalla ricezione del contatto. Una semplice conferma di ricezione, ad esempio da parte di un sistema computerizzato, non sostituisce l’accettazione.

2. Servizi dovuti e relativa entità

2.1 I servizi da noi dovuti in caso di stipulazione contrattuale sono riportati nel relativo capitolato di fornitura (ad es. opuscolo, homepage). Si considerano prioritari eventuali accordi particolari, da adottare in forma testuale come prova.

2.2 Sussiste un obbligo di servizio soltanto nei confronti del partecipante iscritto e/o, in caso di prenotazioni di gruppo, nei confronti del numero di partecipanti iscritti, le persone in esubero possono venire respinte. Se viene superato il numero massimo di partecipanti alla visita guidata, per il suo svolgimento coi partecipanti supplementari sarà necessario prenotare, a pagamento, una seconda guida della città/del pellegrinaggio, il che non è sempre possibile a breve termine.

2.3 I nostri eventi iniziano e terminano puntualmente all’ora concordata. Nel caso di visite guidate a prezzi di comitiva, si attenderà il gruppo iscritto soltanto per un periodo adeguato, ad es. nel caso di visite guidate della città per 20 minuti, trascorso tale periodo si supporrà la mancata presentazione del gruppo. Se, a causa di un ritardo, l’inizio della visita guidata viene rinviato, non sussiste alcun diritto di posticipazione della sua fine.

2.4 Il controllo del comportamento di bambini o gruppi di adolescenti non rientra nei nostri servizi dovuti e deve essere garantito dagli educatori o dagli iscritti.

3. Pagamento

Se nella conferma di prenotazione non è indicato altrimenti, il prezzo è esigibile 14 giorni prima dell’inizio del servizio contrattuale, se la stipulazione del contratto avviene dopo tale termine il prezzo è esigibile immediatamente. (Un certificato di assicurazione non presuppone l’esigibilità, poiché i nostri servizi relativi ad eventi propri non sono soggetti agli artt. 651 a del BGB). Siamo autorizzati a negare il servizio fino alla ricezione del pagamento.

4. Obblighi secondari ed oneri del cliente, fonti di pericolo

Si prega di adeguare il vostro comportamento e quello di bambini ed adolescenti a voi affidati (a tale scopo cfr. “Servizi dovuti e relativa entità” al punto 4) affinché non disturbi o comprometta l’evento ad altri partecipanti o terzi. Si prega di osservare in particolare il codice stradale, di seguire le indicazioni della guida e di agire generalmente con attenzione. Durante le nostre escursioni ci serviamo anche di strade secondarie come sentieri escursionistici e dobbiamo attraversare strade di campagna, il che comporta particolari pericoli.

5. Numero minimo e massimo di partecipanti

5.1 Se non viene raggiunto il numero minimo di partecipanti stabilito dal contratto, per i servizi che durano meno di 24 siamo autorizzati a recedere dal contratto al più tardi 48 ore prima dell’inizio del servizio. In questo caso rimborseremo immediatamente le quote già versate.

5.2 Il numero massimo di partecipanti ammonta, nel caso di pellegrinaggi guidati, a 12 persone, nel caso di visite guidate a prezzi di comitiva a 30 persone per gruppo, altrimenti 20 partecipanti per gruppo. A tale scopo vedere quando riportato sopra in “Servizi dovuti e relativa entità” al punto 2.

6. Annullamento da parte del cliente

6.1 I pellegrinaggi guidati possono venire annullati gratuitamente al più tardi 14 giorni prima dell’inizio concordato, dopo tale termine non è più possibile annullarli, le quote di partecipazione devono essere versate nell’importo originario, se la mancata partecipazione non genera risparmi o ulteriori ricavi.

6.2 Le visite guidate della città possono essere annullate o modificate gratuitamente al più tardi 72 ore prima dell’inizio concordato, dopo tale termine non è più possibile annullarle. Le quote di partecipazione devono essere versate nell’importo originario, se il mancato svolgimento della visita guidata non genera risparmi o ulteriori ricavi.

6.3 Nel caso di visite guidate a prezzi di comitiva, in caso di comunicazione al più tardi 12 ore prima dell’inizio concordato verrà invece applicato solo un risarcimento di annullamento di 36 €.

7. Modifica del servizio in caso di forza maggiore

Se cause di forza maggiore compromettono lo svolgimento del servizio nella sua forma originariamente prevista, siamo autorizzati a modificare il servizio in una forma accettabile per noi e per i partecipanti (ad es. variazione di percorso in caso di o in seguito a maltempo ecc.). Se una tale modifica non è possibile, rimborseremo il prezzo versato per il servizio, non sussistono altri diritti.

8. Limitazioni della responsabilità

8.1 La nostra responsabilità contrattuale di risarcimento danni è limitata a 4.100 €, se il danno non è stato provocato intenzionalmente o per colpa grave.

8.2 La nostra responsabilità di risarcimento danni per illecito civile è limitata a 4.100 € per danni non fisici, se non riguarda un danno tale da compromettere vita, integrità fisica o salute e il danno non è stato provocato intenzionalmente o per colpa grave.

9. Validità dei dati nel capitolato di fornitura

Il capitolato di fornitura nell’opuscolo e/o sull’homepage contempla esclusivamente le condizioni stabilite al momento della stampa e/o dell’aggiornamento, purtroppo possono verificarsi errori di stampa anche con la massima attenzione. Si riservano pertanto modifiche fino alla nostra dichiarazione fornita alla stipulazione del contratto.

10. Prescrizione

10.1 Tutte le rivendicazioni contrattuali cadono in prescrizione dopo un anno, se non riguardano un danno tale da compromettere vita, integrità fisica o salute e il danno non è stato cagionato intenzionalmente o per colpa grave. Il termine di prescrizione inizia a decorrere della fine dell’anno civile in cui dovevano essere forniti i servizi contrattuali.

10.2 Alle rivendicazioni per illecito civile si applica il termine di prescrizione giuridico.

11. Altro

In tutti gli altri casi vigono le disposizioni giuridiche pertinenti, se è applicabile il diritto tedesco, in particolare quindi il diritto dei contratti d’opera (artt. 361 e segg. del BGB).

 

Organizzatore:
Ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting (responsabile anche ai sensi delle norme sulla protezione dei dati)
Kapellplatz 2a, D-84503 Altötting
Tel. 0049 8671 5062-19
Telefax 0049 8671 5062-54
Indirizzo e-mail: touristinfo@altoetting.de
www.altoetting.de/tourismus

L’ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting fornisce, a nome di terzi, alloggi di strutture ricettive (hotel, alberghi, pensioni, locazioni di stanze e di alloggi vacanze privati; di seguito: fornitore del servizio).

Con la vostra prenotazione, le presenti condizioni diverranno parte integrante del contratto stipulato con l’ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting e il fornitore del servizio nella versione in vigore al momento della stipulazione del contratto, se nel singolo contratto non vengono adottati singoli accordi divergenti. La preghiamo pertanto di leggere attentamente le seguenti condizioni.

1. Oggetto del contratto e parti contraenti

1.1 Le presenti CGC si applicano alla mediazione di alloggi da parte dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting, Kapellplatz 2a, 84503 Altötting, di seguito denominato cento turistico, per i clienti.

1.2 Si applicano esclusivamente le condizioni di contratto vigenti al momento della stipulazione del contratto. Il centro turistico non riconosce condizioni divergenti, a meno che non le abbia approvate esplicitamente e in forma scritta nel singolo caso.

1.3 Il centro turistico agirà esclusivamente in qualità di intermediario di servizi, se non è stato esplicitamente adottato un accordo divergente.

1.4 Un contratto sul servizio di mediazione si perfeziona quindi esclusivamente tra il cliente e il fornitore del servizio.

1.5 Il centro turistico non ha alcun potere sulle offerte presentate dal fornitore del servizio, i suoi contenuti, l’entità e la qualità. Esso non risponde delle indicazioni del fornitore del servizio, del servizio che quest’ultimo deve fornire e dei vizi di tale servizio.

1.6 Il centro turistico non è un tour operator o un coorganizzatore ai sensi degli artt. 651 a e segg. del BGB. Viene meramente incaricato dal tour operator di fornire i servizi necessari. Solo il tour operator è responsabile nei confronti del cliente, ai sensi delle norme relative ai contratti turistici del codice civile tedesco.

1.7 Le norme precedenti non pregiudicano una possibile responsabilità del centro turistico derivante dal contratto di mediazione.

1.8 Il servizio di mediazione del centro turistico è gratuito per il cliente.

2. Stipulazione del contratto / Prenotazione

2.1 Nella propria documentazione di prenotazione (cataloghi, prospetti, lettere di offerta, sito internet) il centro turistico presenta vari servizi turistici che possono essere prenotati dal cliente direttamente tramite il centro turistico.

2.2 Con la prenotazione, il cliente sottopone al relativo fornitore del servizio, rappresentato dal centro turistico, un’offerta vincolante sulla stipulazione di un contratto di sistemazione e/o di un contratto turistico. Il fondamento e il contenuto di tale offerta sono le descrizioni del servizio nella documentazione di prenotazione alla base della prenotazione. È possibile una prenotazione informale, tuttavia a fini probatori essa dovrebbe avvenire, se possibile, in forma scritta o in internet.

2.3 L’accettazione di tale offerta viene perfezionata con la conferma di prenotazione da parte del centro turistico, il quale, in qualità di rappresentante del fornitore del servizio, generalmente la invia dopo un breve periodo di elaborazione. La conferma di prenotazione non necessita di alcuna forma particolare.

2.4 Se il contenuto della conferma di prenotazione si discosta dal contenuto dell’offerta, la conferma di prenotazione conterrà una nuova offerta al cliente che effettua la prenotazione, il quale può accettarla nei confronti del centro turistico o del fornitore del servizio entro un termine di 10 giorni. Entro tale termine, il centro turistico e il fornitore del servizio sono vincolati al contenuto di tale nuova offerta. La dichiarazione di accettazione nei confronti del centro turistico e del fornitore del servizio può avvenire esplicitamente o con comportamento concludente (ad es. pagamento dell’importo della prenotazione).

2.5 Se un cliente o una parte terza prenota per più persone, la persona che prenota, se ha assunto tale obbligo mediante esplicita dichiarazione separata, è il garante dei loro obblighi contrattuali come dei propri.

3. Servizi e modifiche ai servizi

3.1 I servizi contrattualmente dovuti risultano esclusivamente dalla descrizione del servizio nella documentazione di prenotazione (lettera di offerta, catalogo o pagina internet) attuale al momento della prenotazione e dal contenuto della conferma di prenotazione.

3.2 Gli accordi accessori che comportano una modifica del servizio contrattualmente dovuto necessitano di un’esplicita conferma scritta da parte del centro turistico o del fornitore del servizio.

3.3 Tutte le informazioni contenute nel sito internet vengono messe a disposizione del centro turistico dalle sue controparti. Le indicazioni del fornitore del servizio relative agli appuntamenti e agli eventi non oggetto della prenotazione concreta possono essere soggette a modifiche o posticipazioni temporali e le relative informazioni devono quindi essere richieste direttamente al fornitore del servizio/all’organizzatore. Il centro turistico non si assume alcuna responsabilità di ciò.

3.4 Con la stipulazione del contratto, il fornitore del servizio è tenuto a mettere a disposizione del cliente il servizio prenotato per l’intera durata del contratto. Egli deve fornire il contenuto, l’entità e la qualità del servizio concordato nel contratto in un modo corrispondente allo standard indicato nella documentazione di prenotazione.

3.5 Il cliente è tenuto a verificare il servizio prenotato e a pagarne il prezzo dovuto.

4. Prezzi e variazioni dei prezzi

4.1 I prezzi indicati nella documentazione di prenotazione (catalogo, prospetto, lettera di offerta o sito internet) sono prezzi finali e comprendono l’IVA in vigore per legge. Essi comprendono tutti i costi accessori, se a tal proposito le parti non indicano o concordano altrimenti. Al prezzo indicato nella documentazione di prenotazione possono venire aggiunti, in particolare, i servizi da pagare in base al consumo (ad es. per elettricità, gas ed acqua), la tassa turistica o la tassa di soggiorno e le spese per servizi aggiuntivi ed essere elencati separatamente come costi accessori.

4.2 Il responsabile della conformità delle indicazioni del prezzo è il relativo fornitore di servizi, che è anche responsabile della correttezza di tali indicazioni. Il centro turistico non si assume alcuna responsabilità di ciò.

4.3 Si applicano i prezzi validi e risultanti dalla documentazione di prenotazione attuale al momento della prenotazione. Un’eventuale documentazione di prenotazione meno recente decade con la pubblicazione della nuova documentazione di prenotazione.

5. Servizi di alloggiamento

5.1 Prenotazione ed arrivo
Con la prenotazione, tra il cliente e il fornitore del servizio si perfeziona un contratto di alloggiamento. Il fornitore del servizio è tenuto a mettere a disposizione l’alloggio prenotato dal momento e per la durata concordati. Il giorno di arrivo, il fornitore del servizio manterrà libero l’alloggio prenotato essenzialmente fino alle 18:00. Il cliente è tenuto a comunicare tempestivamente al fornitore del servizio un presunto ritardo di arrivo. Se il cliente ha già versato un anticipo o l’intero importo o durante la prenotazione è stato fornito il numero di carta di credito, l’alloggio verrà mantenuto libero anche oltre tale orario.

5.2 Modifica o differenza del servizio concordato

Dopo la stipulazione del contratto, in rari casi urgenti può essere necessaria una modifica o una differenza del contenuto del servizio prenotato contrattualmente dovuto. Tali modifiche sono consentite soltanto se le modifiche o le differenze non sono rilevanti, non comportano una differenza essenziale dal servizio concordato nel contratto e sussiste una giustificazione oggettiva di tale differenza. Si è quindi generalmente in presenza di una differenza irrilevante ed accettabile ad es. se il fornitore del servizio di alloggiamento mette a disposizione del cliente un alloggio sostitutivo adeguato perché la stanza affittata è divenuta inutilizzabile o importanti ragioni operative impongono il cambio di alloggio. Il centro turistico o il relativo fornitore del servizio sono tenuti a comunicare immediatamente al cliente qualsiasi modifica o differenza relativa al servizio concordato nel contratto. Al cliente deve essere eventualmente concessa la possibilità di modificare gratuitamente la prenotazione o, qualora ciò sia impossibile per qualsiasi ragione non imputabile al centro turistico o al fornitore del servizio, di recedere gratuitamente dalla prenotazione. Se nel caso di un servizio di alloggiamento il fornitore del servizio è costretto ad effettuare un annullamento per ragioni urgenti, egli è tenuto a provvedere che il cliente riceva immediatamente un altro alloggio di qualità almeno equivalente. Se l’annullamento avviene direttamente il giorno dell’arrivo o l’annullamento viene comunicato al cliente direttamente all’arrivo, il fornitore del servizio è tenuto a fornire un alloggio sostitutivo entro 4 ore. Qualsiasi costo supplementare dell’alloggio sostitutivo è a carico del relativo fornitore del servizio. Una modifica ammissibile non pregiudica gli altri diritti (in part. minorazione e risarcimento danni).

5.3 Obblighi ed oneri del cliente
Il cliente è tenuto a verificare l’alloggio prenotato e a versarne il prezzo concordato. Deve utilizzare l’alloggio prenotato soltanto in modo conforme e deve servirsi delle stanze e dell’arredamento con cura e in conformità con le disposizioni di un regolamento utenti e condominiale, se presenti. Se non altrimenti concordato, l’alloggio deve essere utilizzato esclusivamente dal cliente e dalle altre persone riportate sulla conferma di prenotazione. Sono vietati una cessione dell’utilizzo a terzi e, in particolare, un subaffitto. Il villeggiante è tenuto ad indicare immediatamente al fornitore del servizio eventuali difetti, anomalie e compromissioni dell’utilizzo e pretenderne il rimedio. Le rivendicazioni del cliente non decadranno quindi se la mancata obiezione del cliente non è riconducibile ad una sua colpa. Un’obiezione solo nei confronti del centro turistico non è sufficiente. Se il soggiorno viene notevolmente compromesso da un vizio o un’anomalia, il cliente deve concedere al fornitore del servizio un termine adeguato per rimediarvi. Alla scadenza infruttuosa del termine il cliente è autorizzato a recedere eccezionalmente dal contratto con effetto immediato. Non è necessario concedere un termine per il rimedio se il fornitore del servizio nega seriamente e definitivamente il rimedio, esso è impossibile o per il cliente il proseguimento del soggiorno è inaccettabile e/o se il cliente ha un interesse particolare nel recesso e il fornitore del servizio riconosce tale interesse.

Portare con sé animali è possibile solo previo accordo col fornitore del servizio. È necessario indicare la razza e le dimensioni dell’animale domestico e, nel caso di più animali domestici, il loro numero. Il cliente risponde degli animali domestici portati con sé ai sensi delle norme sulla responsabilità del padrone di animali domestici.

5.4 Esigibilità dell’importo della prenotazione ed anticipo
Se non altrimenti concordato, i servizi di alloggiamento e le relative spese accessorie, di consumo e supplementari (ad es. minibar, telefono, video) devono essere versate direttamente al fornitore del servizio il giorno della partenza. Anche senza accordo separato, il fornitore del servizio è tenuto a richiedere al cliente un anticipo tra il 10 e il 30 percento dell’importo della prenotazione. Il fornitore del servizio invia al cliente una fattura con l’anticipo da versare. Se l’anticipo non viene versato entro il termine stabilito, il fornitore del servizio è autorizzato a recedere dal contratto. Il termine di pagamento stabilito non dev’essere inferiore ad una settimana.

5.5 Recesso dal contratto e mancata presentazione
Il cliente può recedere dal contratto in qualsiasi momento, fino all’inizio del servizio prenotato, mediante dichiarazione nei confronti del centro turistico. Per evitare malintesi, la dichiarazione di recesso deve avvenire in forma scritta per posta, telefax o e-mail. Se il cliente recede dalla prenotazione o non si serve del servizio prenotato, generalmente il suo obbligo di versamento dell’importo della prenotazione non verrà meno. Nell’ambito della sua normale attività aziendale, il fornitore del servizio si prodigherà per una riassegnazione dell’alloggio, ma non è tenuto a compiere sforzi particolari nella rilocazione. Nel caso di riassegnazione, il fornitore del servizio è tenuto a farsela accreditare. Se non è stato possibile effettuare una riassegnazione, il fornitore del servizio è tenuto a farsi detrarre le spese risparmiate.

Per il calcolo di tali spese risparmiate nel caso di servizi di alloggiamento, la giurisprudenza ha riconosciuto i seguenti valori indicativi che il cliente deve versare al fornitore del servizio:

Servizio prenotato:                                                                         Quota:

Case vacanza ed alloggi senza vitto                     90 %

Pernottamento con colazione                                                       80 %

Mezza pensione                                                                                          70 %

Pensione completa                                                                                     60 %

Le singole quote indicate si riferiscono all’intero prezzo della prenotazione, comprese tutte le spese accessorie ma non comprende oneri pubblici quali tassa turistica e tasse di soggiorno. Il cliente si riserva espressamente il diritto di dimostrare che ha avuto luogo una riassegnazione ai sensi del punto (4) o che le spese risparmiate del fornitore del servizio eccedono notevolmente i suddetti importi forfettari. In questo caso, il cliente è tenuto soltanto al pagamento delle spese inferiori. Per evitare inutili spese in caso di impossibilità imprevista a viaggiare, il centro turistico raccomanda vivamente la stipulazione di un’assicurazione di risarcimento delle spese di viaggio.

5.6 Modifica della prenotazione
Se su richiesta del cliente avviene una modifica del servizio contrattuale, il centro turistico non applicherà penali di modifica della prenotazione fino a 45 giorni dall’arrivo. Dopo la scadenza di tale termine, le richieste di modifica della prenotazione non verranno più prese in considerazione, a meno che esse non comportino sforzi particolari e solo spese ridotte. Dopo il recesso dal contratto alle presenti condizioni, il cliente è tuttavia libero di effettuare una nuova prenotazione.

5.7 Risoluzione anticipata del contratto
Se il contratto viene stipulato a tempo determinato, esso si risolve al termine di tale periodo. La risoluzione anticipata del contratto da parte del cliente non pregiudica il diritto del fornitore del servizio di esigere l’intero importo della prenotazione. Nell’ambito della sua normale attività aziendale, il fornitore del servizio si prodigherà tuttavia per un riutilizzo del servizio contrattuale non sfruttato, senza tuttavia essere tenuto a compiere sforzi particolari. Col decesso del cliente si risolve il contratto col fornitore del servizio.

5.8 Garanzie
Se il cliente non paga tempestivamente o affatto l’importo della prenotazione concordato, il fornitore del servizio ha un diritto di pegno sugli oggetti portati con sé dal cliente, a garanzia dei propri crediti derivanti dal servizio fornito, comprese le spese. Egli ha quindi diritto a trattenere i beni soggetti al diritto di pegno fino al pagamento e, se necessario, a servirsene per il soddisfacimento delle proprie rivendicazioni ai sensi delle norme giuridiche.

6. Contratti d’acquisto

6.1 Offerta ed accettazione
Oltre ai servizi turistici, il centro turistico si occupa anche sporadicamente della vendita di merci. L’ordinazione del cliente rappresenta un’offerta vincolante di stipulazione di un contratto d’acquisto. Il centro turistico accetta tale offerta se tale ordinazione viene confermata entro 2 settimane o se la merce ordinata viene consegnata.

6.2 Ammonimento ai sensi della legge sulla vendita a distanza

6.2.1 Su tutte le ordinazioni di merci presso il centro turistico da parte di un consumatore si applica un diritto di revoca di due settimane. Il diritto di revoca può essere esercitato, senza indicarne il motivo, in forma testuale (ad es. lettera, fax, e-mail) o mediante restituzione della merce entro due settimane dalla ricezione della consegna.

Per il rispetto del termine è sufficiente la tempestiva spedizione della merce o della revoca al centro turistico. La merce deve essere inutilizzata e nella sua confezione originale.

6.2.2 La restituzione della merce è, salvo la norma al punto c), a carico del centro turistico. Le spese di restituzione vengono sostenute dal cliente esclusivamente come anticipo. La restituzione della merce deve avvenire mediante pacchetto postale, se è stata così spedita. Le spese di restituzione vengono rimborsate al cliente, assieme al prezzo di vendita, dopo la restituzione. Non si ammettono la spedizione “porto assegnato” o la spedizione in contrassegno della merce da restituire al centro turistico.

6.2.3 Se il valore della merce è inferiore a 40 euro, le spese di restituzione saranno a carico dell’acquirente. In caso di restituzione al centro turistico, gli acquirenti all’estero si assumono le eventuali spese bancarie supplementari.

6.2.4 Se il cliente è responsabile del deterioramento o della perdita della merce, egli è tenuto al risarcimento danni. Ciò si applica anche se si è verificata una riduzione del valore a causa di una messa in servizio secondo le disposizioni. Ciò esclude una messa in servizio secondo le disposizioni destinata esclusivamente alla verifica della merce. In caso di utilizzo della merce, il cliente è tenuto a rimborsarne la fruizione.

6.2.5 Non sussiste diritto di revoca per merci chiaramente personalizzate (ad es. articoli con logo), che a causa delle loro caratteristiche non sono idonee alla restituzione, che possono deteriorarsi rapidamente o la cui data di scadenza è stata superata, nonché in caso di registrazioni audio e video o software, se i supporti dati consegnati sono stati aperti e nel caso di periodici, riviste e rotocalchi.

7. Condizioni di pagamento supplementari

Il pagamento del servizio prenotato avviene sostanzialmente in contanti, mediante bonifico bancario (pagamento anticipato) o addebito. Né l’ufficio turistico, né il singolo fornitore del servizio sono tenuti ad accettare metodi di pagamento non in contanti (assegno, bancomat, carta di credito o simili) o valute straniere.

8. Garanzia / Responsabilità

8.1 I dati e le informazioni dell’agenzia si basano su dichiarazioni ed indicazioni del singolo organizzatore e fornitore del servizio. L’agenzia non si assume alcuna responsabilità della veridicità di tali indicazioni.

8.2 L’agenzia non si assume inoltre alcuna responsabilità dei servizi, in particolare del contenuto, dello svolgimento, del decorso o della qualità dei servizi o degli eventi o della correttezza delle informazioni comunicate dal fornitore del servizio. I fornitori del servizio sono gli unici responsabili di ciò.

8.3 La responsabilità contrattuale del fornitore del servizio per danni non fisici (inclusi i danni provocati da violazioni di obblighi pre, sub e postcontrattuali) è limitata al triplo del prezzo del viaggio se al cliente è stato provocato un danno né intenzionale né per colpa grave o il fornitore del servizio è l’unico responsabile di un danno provocato al cliente a causa della negligenza di un suo dipendente.

8.4 Il fornitore del servizio non risponde di anomalie relative a servizi che non rappresentano servizi principali contrattuali e che, anche secondo il cliente, non sono parte integrante di un’offerta tutto incluso del fornitore del servizio e che sono solo stati forniti in mediazione durante la prenotazione dell'offerta tutto incluso o durante il soggiorno come servizi di terzi (ad es. eventi sportivi, rappresentazioni teatrali, mostre, gite ecc.) e che sono indicati come servizi di terzi.

8.5 Il centro turistico risponde esclusivamente di eventuali errori suoi o dei suoi dipendenti durante la mediazione. La responsabilità del servizio prenotato stesso e per anomalie/carenze del servizio durante la sua fornitura è esclusivamente del singolo fornitore del servizio.

8.6 Le presenti norme non pregiudicano un’eventuale responsabilità di una struttura ricettiva ai sensi delle norme sulla responsabilità dell’albergatore ai sensi degli artt. 701 e segg. del BGB.

9. Prescrizione

9.1 Le rivendicazioni del cliente nei confronti del fornitore del servizio e/o del centro turistico per qualsiasi ragione giuridica, ed eccezione delle rivendicazioni per illecito civile, cadono in prescrizione dopo un anno. Le rivendicazioni per un illecito civile cadono in prescrizione ai sensi delle norme giuridiche.

9.2 Il termine di prescrizione inizia a decorrere dalla fine dell’anno in cui ha avuto luogo la rivendicazione e il cliente viene a conoscenza delle circostanze che hanno motivato la rivendicazione o viene a conoscenza di essere in debito, o avrebbe dovuto venirne a conoscenza, senza colpa grave, dal fornitore del servizio.

9.3 Se tra il cliente e il fornitore del servizio o il centro turistico pendono udienze sulla rivendicazione o sulle motivazioni fondate della rivendicazione, il termine di prescrizione è sospeso finché il cliente o il fornitore del servizio e/o il centro turistico nega il proseguimento delle udienze. La prescrizione si compie almeno tre mesi dopo il termine della sospensione.

10. Foro competente e diritto applicabile

10.1 Al rapporto giuridico e contrattuale tra il centro turistico e/o i fornitori del servizio e i clienti che non hanno dimora abituale o commerciale in Germania si applica esclusivamente il diritto della Germania.

10.2 I ricorsi contro il centro turistico e/o i fornitori del servizio devono essere presentati presso la loro sede.

10.3 Nel caso di ricorsi del centro turistico e/o di un fornitore del servizio contro il cliente è determinante la residenza del cliente, a meno che il ricorso sia contro imprenditori commerciali, persone giuridiche di diritto pubblico o privato o persone che hanno spostato la propria residenza o la propria dimora abituale all’estero in seguito alla stipulazione del contratto, o la cui residenza o dimora abituale sia sconosciuta al momento della presentazione del ricorso. In questi casi è determinante la sede del centro turistico e/o del fornitore del servizio.

 

 

Versione delle condizioni generali di contratto: settembre 2019

Condizioni di sistemazione dell’ufficio di pellegrinaggio e turismo della città di Altötting