Statue einer Madonna auf blauem Himmel.

Shrines of Europe

Ogni anno innumerevoli fedeli visitano i santuari europei dedicati a Maria. Cercano conforto o una nuova fonte di fede e di vita.
I luoghi di pellegrinaggio mariani più importanti d’Europa sono strettamente connessi tra di loro sin dalla fondazione della comunità di lavoro "Shrines of Europe" nel 1996. I membri della "Shrines of Europe" sono Altötting in Germania, Czestochowa in Polonia, Einsiedeln in Svizzera, Fátima in Portogallo, Loreto in Italia, Lourdes in Francia e Mariazell in Austria. Tutti gli “Shrines of Europe” sono stati visitati dagli ultimi due papi europei Giovanni Paolo II e Benedetto XVI in quanto entrambi erano grandi adoratori di Maria e in tal modo sottolinearono l’importanza dei luoghi di pellegrinaggio mariani europei.

Eine Shrines Europakarte für Altötting.

Altötting

La città di pellegrinaggio Altötting porta il nome altisonante “Cuore della Baviera”. Da oltre 1250 anni Altötting è infatti il centro religioso della Baviera e inoltre la cappella di Altötting ospita i cuori dei duchi, dei re e dei principi elettori bavaresi. Il santuario “Unsere Liebe Frau von Altötting” (La nostra cara Signora di Altötting), chiamato comunemente “Schwarze Madonna” (La Madonna nera) è una madonna scolpita in legno di tiglio con Gesù bambino in braccio la quale è stata realizzata intorno al 1330 a Borgogna. L’origine del pellegrinaggio ad Altötting che continua ancora oggi è legata a due sensazionali guarigioni miracolose di due giovani risalenti al 1489.

Der Pilgereinzug an Pfingsten auf den Altöttinger Kapellplatz.

Czestochowa

Nel convento Jasna Góra dei Paolani a Czestochowa, si trova il santuario più importante della Polonia: l’immagine miracolosa della Madre di Dio di Czestochowa raffigurata come Madonna nera. Si tratta di una tavola in legno di tiglio ubicata in una cappella all’interno del convento Jasna Góra. È la meta più importante dei pellegrini che attingono nuova forza dalla fede nella sua attività miracolosa.

Wallfahrtskirche in Tschenstochau

Einsiedeln

La cappella Unserer Lieben Frau di Einsiedeln ospita la meta di pellegrinaggio più importante della Svizzera, la famosa “Schwarze Madonna”. Nel 1466 è arrivata ad Einsiedeln in una piccola cappella costruita nell’anno 861. Oggi questa cappella si trova all’interno dell’abbazia dei Benedettini, un convento barocco del 1704 in cui ancora oggi vivono e operano i monaci benedettini.

Kloster in Einsiedeln mit Pferdeumritt

Fátima

Fátima viene chiamata anche la “città della pace”. È il luogo di pellegrinaggio mariano più importante del Portogallo e probabilmente anche uno dei più importanti al mondo. L’origine del pellegrinaggio non risale a molto tempo fa: nel 1917, tra maggio e ottobre, la Madonna apparve rispettivamente il 13 del mese a tre poveri pastorelli, insegnò loro a pregare e portò un messaggio di pace, fede e benedizione. Il 13 ottobre, il giorno dell’ultima apparizione di Maria, molte migliaia di pellegrini assistettero all’incredibile miracolo del sole. Su questo luogo sacro è stata poi costruita la cappella dell’apparizione nella quale si trova l’immagine miracolosa Unserer Lieben Frau di Fátima su una colonna di marmo.

Wallfahrtskirche in Fatima

Loreto

Il santuario di Loreto è la “Santa Casa” che ospita l’immagine miracolosa della Madre di Dio con Gesù bambino. Si tramanda che la “Santa Casa” fosse la casa in cui è nata la Vergine Maria portata dagli angeli da Nazareth in Galilea fino a Loreto. La pianta originale della “Santa Casa” è costituita soltanto da tre pareti, a Nazareth c’era una parete rocciosa a fungere da quarta parete. Intorno al 1400 è stata costruita la prima chiesa sulla “Santa Casa”, nel 1587 è stata poi ultimata la basilica attuale sopra la casa in cui è nata la Madre di Dio.

Wallfahrtskirche in Loreto

Lourdes

Lourdes ha una forte connessione con l’elemento acqua. Non solo per il fiume Gave che scorre attraverso la città ma soprattutto per la sorgente della grotta nella quale nel 1858 la Madre di Dio è apparsa alla quattordicenne Bernadette Soubirous complessivamente 18 volte. Durante un’apparizione Bernadette scoprì l’acqua della sorgente. È considerata miracolosa ed è un simbolo di purificazione. In questa grotta oggi c’è una statua di Maria realizzata secondo la descrizione di Bernadette. Con il tempo intorno alla grotta venne a crearsi una zona sacra con tante chiese e cappelle. Oggi Lourdes è il luogo di pellegrinaggio cristiano più importante per i malati.

Lichterprozession in Lourdes

Mariazell

L’immagine miracolosa in legno della “Magna Mater Austriae” con Gesù bambino è la meta dei numerosi pellegrini che si mettono in viaggio verso Mariazell. L’immagine miracolosa si trova in una cappella all’interno della basilica di Mariazell. La leggenda narra che nel 1157 un monaco di nome Magnus abbia portato l’immagine miracolosa a Mariazell. Poco prima della sua destinazione, la strada era bloccata da una roccia, ma dopo aver invocato la Madre di Dio la roccia si divise e Magnus potè proseguire. Arrivato a destinazione, depose la statua della Madonna su un ceppo d’albero e iniziò a costruirci intorno una prima cappella. Ancora oggi la cappella si trova sul punto originario della fondazione.

Wallfahrtskirche in Mariazell mit Regenbogen